Sicurezza e tutela occupazionale, doppia sfida per l’area del Mela - QdS

Sicurezza e tutela occupazionale, doppia sfida per l’area del Mela

redazione

Sicurezza e tutela occupazionale, doppia sfida per l’area del Mela

martedì 14 Settembre 2021 - 00:50

I recenti fatti di cronaca hanno rilanciato il tema legato alla questione ambientale, che deve però riuscire a coesistere con quella lavorativa

SAN FILIPPO DEL MELA (ME) – Il Comune corre ai ripari dopo i due episodi di emissione di fumi anomali dalla Raffineria di Milazzo del 7 e del 24 agosto scorso e l’incendio di un’autocisterna carica di acido nitrico in transito lungo la strada ex Asi della zona industriale di Archi, verificatosi il 25 agosto e che ha provocato danni contenuti soltanto grazie all’intervento tempestivo dei Vigili del Fuoco del Nucleo Nucleare-Biologico-Chimico-Radiologico di Messina, delle Forze dell’Ordine e dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente, con la collaborazione istituzionale dei Comuni di San Filippo del Mela e di Pace del Mela.

Proprio il giorno successivo all’incendio dell’autocisterna si è tenuta la conferenza dei capigruppo consiliari conclusa con l’emanazione di un documento congiunto da parte del presidente del Consiglio Valentino Colosi e dei consiglieri comunali Francesco Iarrera e Carmelo Fiorello, con il quale si è proposto all’Assemblea cittadina di deliberare un atto di indirizzo politico per impegnare l’Amministrazione a realizzare un sistema integrato di monitoraggio dell’inquinamento, attraverso la rilevazione dei parametri relativi alla qualità dell’aria e alla presenza di polveri sottili, con la diffusione dei dati in tempo reale e un sistema di allerta che permetta di informare la popolazione fornendo indicazioni precise sui comportamenti da adottare a salvaguardia della sicurezza e della salute.

La proposta è stata recepita e approvata all’unanimità dal Consiglio comunale nella seduta del 6 settembre e adesso toccherà all’Esecutivo locale concretizzare quanto deliberato. In tal senso, il sindaco Giovanni Pino ha già manifestato la sua disponibilità.

Soddisfatto anche Valentino Colosi, presidente del Consiglio comunale, che sottolinea come “in questi anni il Civico consesso filippese ha cercato di avviare processi per risolvere e migliorare alcune situazioni critiche presenti da decenni sul territorio. È stato così con una mozione approvata il 10 agosto 2018 per sollecitare la realizzazione di una viabilità alternativa dei mezzi pesanti e, in particolare, delle autocisterne dal centro abitato di Archi; atto di indirizzo politico al quale il sindaco e l’amministrazione hanno lavorato in questi anni e oggi si è solamente in attesa della caratterizzazione dei terreni su cui dovrà sorgere la strada di collegamento per bypassare Archi e poi si potrà procedere alla realizzazione dell’opera. Vuole essere così anche per la mozione approvata il 6 settembre 2021, i cittadini devono essere messi nelle condizioni di conoscere in tempo reale eventuali situazioni di pericolo o potenziale pericolo e sapere quali comportamenti adottare”.

Questo almeno per quanto riguarda la necessità di tutela della salute e dell’ambiente, ma tenendo anche conto degli aspetti lavorativi ed economici che provengono dall’avere sul proprio territorio un’azienda come la raffineria. Non sottovaluta questo aspetto Colosi, che continua così la sua riflessione: “Siamo in una fase in cui è possibile adottare processi di riconversione degli impianti, migliorando la qualità dell’aria e, quindi, della vita delle persone, garantendo i livelli occupazionali. Bisogna impegnarsi tutti in questa direzione”.

Luca Basilio Bucca

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x