Terremoto nelle Marche oggi: scossa di magnitudo 3.9 - QdS

Dopo l’alluvione, il terremoto: scossa di magnitudo 3.9 nelle Marche

webms

Dopo l’alluvione, il terremoto: scossa di magnitudo 3.9 nelle Marche

webms |
giovedì 22 Settembre 2022 - 16:21

Disagi e tanta paura per i residenti dell'area colpita, già messa a dura prova dall'ondata eccezionale di maltempo di pochi giorni fa.

L’Ingv ha registrato oggi, 22 settembre 2022, un terremoto di magnitudo 3.9 nelle Marche: l’epicentro è stato localizzato a 4 chilometri da Folignano, in provincia di Ascoli Piceno.

Un altro problema dopo la terribile alluvione che ha colpito la Regione Marche, provocando vittime e dispersi (uno di questi è il piccolo Mattia, di appena 8 anni). Proprio nelle scorse ore, in relazione all’alluvione, il presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli ha chiesto l’istituzione di una Commissione tecnica per svolgere “un’indagine finalizzata all’accertamento della regolarità e dell’appropriatezza delle procedure adottate e dei comportamenti assunti da parte delle competenti strutture organizzative della Protezione civile regionale”.

La prima scossa è stata intorno alle 12.24, la seconda – di magnitudo 3.6 – appena un minuto dopo. Successivamente, l’Ingv ha registrato ulteriori scosse di assestamento, tutte di magnitudo 2 e 2.1.

Nuovo terremoto nelle Marche: epicentro ad Ascoli Piceno

L’epicentro del terremoto di oggi nelle Marche è stato in provincia di Ascoli Piceno. I Comuni che hanno avvertito maggiormente la scossa, secondo l’Ingv, sono stati:

  • Folignano (AP);
  • Civitella del Tronto (TE);
  • Ascoli Piceno (AP);
  • Maltignano (AP);
  • Campli (TE);
  • Sant’Egidio alla Vibrata (TE).

“In considerazione delle scosse sismiche con epicentro Folignano che si sono verificate nella tarda mattinata odierna, informo la cittadinanza che alle ore 14.15 si terrà una riunione per l’apertura del Coc, al termine della quale si svolgerà una ricognizione di tutti i plessi scolastici. Si consiglia pertanto di far restare a casa i bambini nelle ore pomeridiane”. Questo è il commento del sindaco di Ascoli Piceno, Marco Fioravanti, sulla possibile chiusura delle scuole a causa del terremoto.

Risulta sospesa la circolazione dei treni lungo la linea ferroviaria Ascoli Piceno-Porto d’Ascoli. Diversa gente sarebbe scesa in strada, preoccupata che il terremoto potesse provocare danni alle strutture (già messe a dura prova dall’ondata eccezionale di maltempo di pochi giorni fa). Tuttavia, fortunatamente al momento non risultano danni a cose o persone.

Immagine di repertorio

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684