Turismo nei mesi non estivi, in Sicilia non decolla - QdS

Turismo nei mesi non estivi, in Sicilia non decolla

Serena Giovanna Grasso

Turismo nei mesi non estivi, in Sicilia non decolla

sabato 04 Gennaio 2020 - 00:00
Turismo nei mesi non estivi, in Sicilia non decolla

Istat: nell’Isola nel 2018 registrati solo 5,6 milioni di pernottamenti (appena il 3,2% dei 175 milioni totalizzati in Italia). A livello nazionale, spiccano i risultati conseguiti dal Trentino Alto Adige (25,6 milioni di giornate di presenze) e Veneto (25,5 milioni)

PALERMO – La Sicilia non è solo mare e non dovrebbe essere solo turismo balneare, purtroppo però i fatti contraddicono quanto appena affermato. I dati sulle presenze di italiane e stranieri negli esercizi ricettivi nei mesi non estivi sono a dir poco impietosi. Secondo quanto recentemente diffuso dall’Istituto nazionale di statistica, nel 2018 la Sicilia ha totalizzato appena il 3,2% delle presenze complessivamente rilevate a livello nazionale. Nel dettaglio, gli esercizi ricettivi siciliani nel corso del 2018 hanno contato appena 5,6 milioni di giornate di presenze (a fronte degli oltre 175 milioni di giornate di presenze rilevati complessivamente nelle venti regioni italiane).

A livello nazionale, spiccano i risultati conseguiti dal Trentino Alto Adige (25,6 milioni di giornate di presenze), regione che assorbe ben il 14,6% delle presenze italiane. Ad ogni modo, è bene specificare che per questa regione il turismo nei mesi non estivi trova la sua stagionalità e per questa ragione appare maggiormente gettonato. Giornate di presenza particolarmente elevate hanno contraddistinto anche Veneto (25,5 milioni di giornate di presenza), Lombardia (21,6 milioni), Lazio (21,4 milioni) e Toscana (19 milioni). Nella prima metà della classifica, precisamente al settimo posto, scorgiamo la prima regione meridionale, ovvero la Campania, seppur con un numero di presenze nettamente più contenuto (8,9 milioni di giornate di presenze).

A precedere la nostra regione troviamo anche l’Emilia Romagna con 12,3 milioni di giornate di presenze, Piemonte (8,2 milioni) e Liguria (poco meno di sei milioni di giornate di presenze). Nella classifica regionale, la nostra regione si trova solo al decimo posto, seguita unicamente da altre regioni meridionali e realtà di più piccole dimensioni. A chiudere la classifica troviamo la Calabria (con 1,8 milioni di giornate di presenze), Abruzzo (1,6 milioni), Basilicata (802 mila) e Molise (con appena 168 mila).

Non va di certo meglio nel momento in cui osserviamo l’indice turistico nei mesi non estivi, calcolato dividendo il numero di giornate di presenze di italiani e stranieri nel complesso degli esercizi ricettivi per il numero di abitanti. Infatti, in questo caso, scivoliamo addirittura al quartultimo posto in Italia, con un indice pari a 1,1 (contro una media nazionale pari a 2,9). A far peggio di noi troviamo solo il Molise (0,5), Calabria e Puglia (in entrambi i casi con un infelice 0,9).

Un indice particolarmente spiccato ha, invece, contraddistinto il Trentino Alto Adige (23,9, con punte massime pari a 31,8 registrato nella Provincia autonoma di Bolzano), in linea con il boom di giornate di presenze già citato. Un indice particolarmente sostenuto ha caratterizzato anche la Valle d’Aosta (15,6, a dispetto del non troppo elevato numero di giornate di presenze che hanno sfiorato quota due milioni). Indici più distanti rispetto a quelli appena citati, ma superiori rispetto alla media nazionale, hanno caratterizzato il Veneto (5,2), Toscana (5,1), Liguria (3,8), Lazio (3,6) e Umbria (3,3).

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684