Coronavirus, sequestrata Rsa abusiva nel Catanese - QdS

Coronavirus, sequestrata Rsa abusiva nel Catanese

redazione web

Coronavirus, sequestrata Rsa abusiva nel Catanese

sabato 09 Maggio 2020 - 09:44

I Carabinieri dei Nas hanno chiuso una casa per anziani a San Pietro Clarenza. Denunciata la donna che la gestiva. "Gravi irregolarità nella struttura, priva delle più elementari misure per la prevenzione e il contenimento del Covid-19"

Una residenza socio-assistenziale per anziani abusiva in cui i carabinieri hanno riscontrato “gravi irregolarità e senza le più elementari misure per la prevenzione e il contenimento del Covid-19” è stata sequestrata da militari del Nas di Catania a San Pietro Clarenza.

La responsabile è una donna di 46 anni munita esclusivamente di un attestato di operatore socio assistenziale che vi lavorava assieme al proprio convivente.

Nella struttura ci sono sette posti letto, due dei quali occupati dalla coppia che, ricostruiscono i Carabinieri del Nas, viveva negli stessi ambienti destinati agli anziani senza i benché minimi accorgimenti o protezioni contro il potenziale contagio del virus e la totale assenza degli standard organizzativi e funzionali previsti.

Gli anziani ospiti, ultrasettantenni e non autosufficienti, a fronte del pagamento di rette mensili, erano alloggiati, spiegano i militari dell’Arma, “in camere anguste, senza adeguati servizi igienici, senza sistemi di riscaldamento e di climatizzazione e senza la necessaria assistenza considerata la mancanza di adeguato personale qualificato che avrebbe dovuto accudirli”.

Mancavano infatti “operatori sanitari, infermieri professionali, assistenti sociali o educatori-psicologi e animatori”.

La responsabile della struttura, già nota ai Carabinieri per la precedente gestione di un’analoga struttura socio-residenziale abusiva nella zona ionica, è stato denunciata alla Procura.

La comunità alloggio è stata chiusa.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684