Giustizia, morto Mineo, lavorò con Falcone e Borsellino - QdS

Giustizia, morto Mineo, lavorò con Falcone e Borsellino

web-gl

Giustizia, morto Mineo, lavorò con Falcone e Borsellino

web-gl |
lunedì 10 Maggio 2021 - 11:22

Stroncato da un malore improvviso l'ex cancelliere dell'ufficio istruzione del tribunale di Palermo: è stato un punto di riferimento per i cronisti giudiziari.

Uffici giudiziari e magistratura palermitani a lutto per la morte dell’ex cancelliere dell’ufficio istruzione del tribunale di Palermo, Vincenzo Mineo, 69 anni, stroncato stamane da un malore improvviso. Mineo è stato il primo ad avere le chiavi dell’aula bunker dell’Ucciardone dove si celebrò il maxiprocesso alla mafia: era la memoria storica di quell’evento giudiziario. Mineo è stato dirigente della cancelleria della corte d’assise di Palermo.

Era in pensione dal luglio 2018. Per anni è stato un punto di riferimento per i cronisti giudiziari che seguivano l’attività dell’ufficio istruzione dove lavoravano Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e della corte che celebrava il maxiprocesso. Sono numerosi i messaggi di cordoglio per l’improvvisa scomparsa del funzionario.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001