Politiche ambientali, la giunta aretusea aderisce alla Dichiarazione di Milano - QdS

Politiche ambientali, la giunta aretusea aderisce alla Dichiarazione di Milano

Luigi Solarino

Politiche ambientali, la giunta aretusea aderisce alla Dichiarazione di Milano

giovedì 20 Giugno 2019 - 00:00
Politiche ambientali, la giunta aretusea aderisce alla Dichiarazione di Milano

La delibera impegna il Comune a confrontarsi con gli Enti nazionali su attività di riduzione dei gas. Il sindaco Francesco Italia: “A nessuno è consentito di stare con le mani in mano”

SIRACUSA – La città aretusea in prima linea per limitare i cambiamenti climatici dovuti all’effetto serra. La giunta comunale, infatti, ha deciso di aderire alla “Dichiarazione di Milano per l’adattamento climatico della green city”. Si tratta di un programma che impegna le Amministrazioni comunali ad attuare delle politiche che contribuiscano a ridurre le cause che determinano l’effetto serra ed il conseguente surriscaldamento globale. Siracusa è una delle prime città in Italia a partecipare a detto programma.

L’adesione alla “Dichiarazione di Milano” comporta anche una dichiarazione simbolica di “stato di emergenza climatica ambientale”, dalla quale deriverà una serie di atti per arrivare a ridurre entro il 2030, anche nel capoluogo aretuseo, le emissioni di gas serra che sono la causa principale dei cambiamenti climatici. Il progetto è una delle diverse iniziative per dare seguito alla conferenza sul clima di Parigi del 2015 il cui accordo (il cosiddetto Cop 21) prevede di contenere l’innalzamento medio della temperatura del pianeta entro il limite massimo di 1,5 gradi.

La delibera di giunta impegna l’Amministrazione a confrontarsi con gli Enti nazionali e regionali per attività concrete di riduzione dei gas serra e col Governo nazionale al fine di “riformulare tutti i programmi di politica energetica e ambientale in funzione delle prioritaria tutela del diritto umano al clima”. In ambito locale, il compito principale del Comune sarà di “informare, educare e orientare i cittadini verso modelli sostenibili riducendo i consumi energetici, i rifiuti, gli sprechi alimentari e dell’acqua”. Questo è l’ultimo di una serie di provvedimenti presi dall’Amministrazione comunale per ridurre i gas serra. Infatti, già nel 2013, il Comune aveva attuato le procedure per aderire al Piano di azione per l’energia sostenibile (Paes) in attuazione delle indicazioni delle direttive dell’Unione Europea.

Nel 2016, aveva aderito alla “Carta dei comuni custodi della macchia mediterranea”. Lo scorso 4 marzo ha aderito al Piano di azione per l’energia sostenibile ed il clima (Paesc) che fissa gli obiettivi da raggiungere entro il 2030. Infine, lo scorso maggio, il consiglio comunale ha approvato il Piano generale del traffico urbano (Pgtu) e il Piano urbano della mobilità sostenibile (Pums), ed è stato stipulato un accordo con il comitato cittadino “Aria nuova” per la piantumazione di alberi in città con l’obiettivo di migliorare la qualità dell’aria e ridurre i rischi idrogeologici.

Il sindaco, Francesco Italia, ha dichiarato: “Il livello di emergenza è tale che a nessun è consentito di stare con le mani in mano. Vorrei che fosse diffusa la consapevolezza che l’innalzamento delle temperatura, con lo scioglimento dei ghiacciai ormai in corso e l’innalzamento dei mari, è destinato ad avere effetti dannosi e devastanti per tutte le città costiere compresa Siracusa. Dunque, la nostra è una scelta che guarda al futuro e soprattutto alle nuove generazioni. Non a caso uno degli input a prendere questa decisione è giunto proprio dal gruppo di giovani siracusani che spontaneamente da mesi ormai si impegna in iniziative a difesa dell’ambiente”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684