Mise, 24 milioni di euro per spingere le reti intelligenti al Sud - QdS

Mise, 24 milioni di euro per spingere le reti intelligenti al Sud

Rosario Battiato

Mise, 24 milioni di euro per spingere le reti intelligenti al Sud

sabato 25 Gennaio 2020 - 07:00
Mise, 24 milioni di euro per spingere le reti intelligenti al Sud

Pubblicato il bando che sostiene gli investimenti nelle infrastrutture per la distribuzione di energia generata da fonti pulite. Dotazione destinata ai concessionari di servizio pubblico che operano in Sicilia, Basilicata, Calabria, Campania e Puglia

PALERMO – È stato pubblicato giovedì scorso il nuovo bando per le Smart Grid che mette a disposizione 24 milioni di euro per gli interventi di costruzione, adeguamento, potenziamento ed efficientamento di reti intelligenti per la distribuzione di energia elettrica generata da fonti rinnovabili. La dotazione è destinata ai concessionari del servizio pubblico di distribuzione dell’energia elettrica che operano in Sicilia, Basilicata, Calabria, Campania e Puglia. Il progetto rientra nell’ambito del Pon Imprese e Competitività Fesr 2014-2020. Una grande occasione per una Sicilia che necessita di un potenziamento delle infrastrutture energetiche per rendere più efficiente il lavoro degli impianti di energia rinnovabile.

SMART GRID
Le reti intelligenti sono strumenti fondamentali per il futuro energetico del Paese, anche per una Sicilia dove la scarsa programmabilità di alcune fonti rinnovabili ha spesso provocato uno spreco di energia. L’Enea, non a caso, sottolinea come la “stabilità delle reti elettriche e la corretta gestione dei flussi di energia provenienti, in particolare, da impianti di produzione a fonti rinnovabili non programmabili, rappresentano questioni che stanno assumendo un’importanza crescente, soprattutto a seguito del costante aumento del contributo alla produzione elettrica di impianti fotovoltaici ed eolici”. In questo senso, infatti, l’applicazione di tecnologie intelligenti alle “reti elettriche, come ICT e sistemi di accumulo dell’energia, consente di distribuire energia in modo efficiente, sostenibile, economicamente vantaggioso e sicuro”.

OBIETTIVO DEL BANDO
Il bando nasce per favorire la “piena integrazione dell’energia prodotta da fonti rinnovabili – si riporta dal sito del Mise che ha pubblicato il bando – nel sistema elettrico nazionale e promuoverne il completo utilizzo”. L’avviso precedente aveva visto un investimento di 140,3 milioni di euro per 36 interventi.

LE AGEVOLAZIONI
La forma delle agevolazioni è a sovvenzione diretta e l’ammontare dell’agevolazione concedibile a ciascuna impresa e per ciascun progetto “non può essere inferiore a 250 mila euro (soglia minima) e superiore a 50 milioni di euro (soglia massima)”. L’Avviso prevede che siano ammissibili i costi sostenuti a partire dalla data di presentazione della domanda di agevolazione ed entro il 31 dicembre del 2023.

COME PARTECIPARE
La presentazione della domanda di agevolazione dovrà avvenire “esclusivamente tramite piattaforma informatica”. Sul sito del Mise (mise.gov.it) è possibile trovare tutta la documentazione necessaria – ad esempio il modello per la compilazione della domande delle agevolazioni finanziarie – e anche il bando che spiega i criteri di valutazione dei progetti. In particolare verranno presi in considerazione la qualità della proposta progettuale, l’impatto del progetto, cioè la riduzione dei livelli di criticità attuali e previsti della rete elettrica nelle regioni meno sviluppate, il rapporto tra costi e benefici e il grado di replicabilità dell’intervento.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684