Olio d'oliva Made in Italy, produzione a rischio per i rincari - QdS

Olio extravergine d’oliva, i rincari colpiscono e il prezzo rischia di “esplodere”

webms

Olio extravergine d’oliva, i rincari colpiscono e il prezzo rischia di “esplodere”

webms |
lunedì 19 Settembre 2022 - 15:59

La produzione - già messa a dura prova dalla siccità - è a rischio a causa dei rincari e i prezzi continuano a salire: l'allarme di Confagricoltura.

I rincari – in primis quelli dell’energia – mettono a rischio la produzione di olio extravergine d’oliva Made in Italy, considerato “l’oro verde” della penisola.

A lanciare l’allarme è Confagricoltura, che considera l’aumento dei costi delle materie prime e dei prodotti energetici l’ennesima sciagura che colpisce il settore agricolo e la produzione italiana. Un problema che persiste e si accompagna a quello della siccità e alla crisi generata dalla pandemia (che ha lasciato un’economia disastrata e ancora in fase di ripresa)

“Vista la situazione è necessario attivare delle strategie precise”, sottolinea Walter Placida, presidente della Federazione nazionale olivicola.

Olio d’oliva, produzione a rischio a causa dei rincari

“La produzione, se nell’ultima fase del ciclo produttivo non si verificheranno importanti avversità meteorologiche o fitopatie, ha avuto una diminuzione media del 30%, che ha raggiunto punte anche 40% rispetto allo scorso anno”.

Anche la Sicilia figura tra le aree in difficoltà con la produzione, anche se in misura minore rispetto ad altre regioni. A tal proposito, Placida afferma: “In Puglia e Calabria abbiamo registrato cali di produzione, più lievi in Sicilia, mentre in Toscana la situazione è in leggero recupero. Se il maggiore bacino per l’olio, con il 75% circa della produzione, scende, va da sé che calerà il totale complessivo italiano. Senza parlare dei rincari a catena che hanno investito tutto il comparto, oltre all’esponenziale crescita del prezzo del gasolio e dell’energia elettrica, abbiamo registrato forti aumenti, che inevitabilmente si rifletteranno anche sui consumatori, per le materie prime legate al confezionamento: vetro, banda stagnante, cartone, plastica eccetera. Un esempio fra tutti con questi rincari alla produzione, l’olio extra vergine al consumo non potrà avere un prezzo inferiore a 8,50 euro”.

“Il costo fisso per un quintale di olive nella prossima campagna varierà da 11,02 a 26,91 euro al quintale, a seconda della taglia del frantoio, ai quali occorre sommare il margine del frantoiano. Nei piccoli frantoi, specialmente quelli del nord Italia, si arriverà a un costo di circa 27 euro a quintale di olive, mettendo a rischio la prosecuzione dell’attività di moltissime realtà”.

“La nostra olivicoltura, patrimonio inimitabile, è in pericolo”

Confagricoltura chiede interventi per sostenere la filiera dell’olio extravergine d’oliva Made in Italy. “La nostra olivicoltura – conclude Walter Placida – è un patrimonio inimitabile, ora in pericolo. Siamo primi al mondo per biodiversità, con oltre 500 cultivar che danno vita a oli con profili aromatici unici nel panorama mondiale. Senza contare la cultura, la qualità delle produzioni, la salvaguardia ambientale e paesaggistica, lo sviluppo e la ricerca tecnologica. Bisogna valorizzare le produzioni Made in Italy e rilanciare i consumi, mettendo in piedi velocemente misure capaci di contenere i costi all’origine, calmierando quelli al consumo”.

Immagine di repertorio

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684