Turisti tra Natale e Capodanno 2022, "flop" Eolie - QdS

Turisti, boom di presenze per le Feste 2022 ma le Isole Eolie “sonnecchiano”

webms

Turisti, boom di presenze per le Feste 2022 ma le Isole Eolie “sonnecchiano”

Giuseppe Bonaccorsi  |
lunedì 26 Dicembre 2022 - 18:22

Mentre in tutta Italia si registrano presenze record, le sette perle dell'arcipelago sono già piombate nel silenzio dell'inverno.

Tra Natale e Capodanno 2022 le previsioni dei tour operator italiani indicano che lo Stivale sarà visitato e percorso in lungo e largo da 18 milioni di turisti che si muoveranno per tutto l’arco delle Feste.

Tralasciando il turismo pendolare – coloro che raggiungono dalle grandi città i parenti per trascorrere le feste – il dato che in questo periodo viene indicato come molto positivo è quello dei turisti stranieri, che hanno raggiunto il Belpaese in grande numero (svariati milioni di persone), oltre a quello degli italiani che hanno deciso di trascorrere questo periodo a cavallo tra Natale e Capodanno in un’altra località oltre quella di residenza.

Turisti tra Natale e Capodanno 2022, in Sicilia spiagge assolate

Baciate da questa annata fortunata sono soprattutto le città d’arte, ma anche quelle marittime fanno registrare un aumento delle presenze dovute anche al periodo particolarmente favorevole, con temperature che in alcune zone del sud, isole comprese, hanno raggiunto e superato i 20 gradi.

Ora, mentre la penisola registra in alcune località il tutto esaurito, nelle isole al contrario le presenze sono calate durante il lungo inverno.

Il caso delle Isole Eolie

Basta andare alle Eolie per tastare con mano che, come al solito, le sette perle patrimonio dell’Unesco non riescono a decollare col turismo invernale. Le cause sono molteplici e sempre le stesse: mancata programmazione per la destagionalizzazione, nessun evento invernale che attragga turisti, oltre al problema dei trasporti, con corse dimezzate rispetto all’estate e il rischio, se dovesse esserci forte maltempo, di rimanere per diversi giorni bloccati (soprattutto nelle isole più piccole).

Turismo invernale e Isole Eolie

Ne abbiamo parlato con presidente di Federalberghi Isole minori, Christian Del Bono. “Diciamo che la mancanza di presenze turistiche alle Eolie e nelle altre isole durante le feste natalizie non è una novità. In queste località, che d’estate diventano tra le regine del turismo nazionale e mete gettonate di centinaia di migliaia di presenze straniere, d’inverno piombano in un sonno profondo, eccetto per i proprietari di seconde case e per gli appassionati dei vulcani che prevalentemente vanno a Stromboli”.

  • Come mai anche in questo periodo di boom turistico, le isole minori non riescono a catturare neanche una minima fetta di questo flusso vacanziero? Eppure a Lipari c’è un museo archeologico niente male…
    “I problemi sono atavici e soliti e non basta un museo archeologico. In effetti le amministrazioni non hanno mai avviato una programmazione mirata. Ma anche laddove un tentativo è stato fatto i risultati sono stati molto deludenti. Anche gli operatori e gli albergatori in passato hanno abbozzato alcuni progetti, ma non si sono mai rivelati vincenti e quindi si è lasciato stare”.
  • Quindi alle Eolie, come in altre isole siciliane, molti alberghi in questi mesi restano chiusi..
    “Esattamente. Non ci sono i presupposti per una stagione turistica invernale. Inoltre, quest’anno a causa del caro energia, sarebbe anche molto più difficile per non dire impossibile per gli albergatori tenere aperte le loro strutture, magari per ospitare solo qualche coppia di passaggio. D’altronde la nostra stagione inizia a marzo e finisce prevalentemente a ottobre. E in primavera il primo picco lo registriamo sotto le feste pasquali”.
  • È possibile che prima poi si riesca a fare qualcosa sul fronte turismo?
    “È possibile, ma noi operatori non ci giureremmo. In fondo le nostre isole restano soprattutto mete primaverili e soprattutto estive, per chi ama l mare, i tramonti mozzafiato e le ferie sulle spiagge”.

Immagine di repertorio

Tag:

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001